Anche quest’estate, come già avvenuto negli anni passati, nel territorio comunale saranno ospitati per uno o due mesi bambini provenienti dalla Bielorussia, territorio gravemente colpito dall’incidente nucleare di Chernobyl. Per tutte le famiglie che vogliono avvicinarsi all’accoglienza o comunque volessero anche solo informazioni al riguardo, è possibile rivolgersi all’Ufficio parrocchiale, aperto al mattino nei giorni feriali, oppure visitare la pagina del progetto su Facebook.

L'opportunità dell'accoglienza o meno è sempre motivo di dubbi e perplessità: per questo vi proponiamo un video che speriamo possa darvi qualche spunto in più sul tipo di progetto avviato.

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.