Natale al Centro don Bosco ….

… e dintorni

L’attesa del Natale è un tempo carico di tensione, poiché tutta la nostra attenzione è rivolta a prepararci alla venuta di Gesù. ...

(Dopo aver "spinto" su CONTINUA... Cliccate sulle parole rosse per vedere le foto relative)

... In modo particolare i bambini, hanno però bisogno di gesti concreti e di azioni positive da fare proprie e conservare nell’album della vita, che li aiuti a ricordare i momenti di attesa nella gioia del giorno di Natale.

Così, al Centro don Bosco, sono stati organizzati due laboratori che hanno consentito ai bambini, e non solo, di prepararsi al Natale attraverso quelle buone tradizioni che l’accompagnano.

Domenica 6 dicembre è stata la volta di  Presepiamo un pomeriggio dedicato alla preparazione di tanti piccoli presepi che i bambini hanno realizzato con l’aiuto di mamme e papà, e che hanno poi rallegrato le varie stanze dell’Oratorio durante tutto il periodo Natalizio.

Sabato 12 dicembre, invece, la sala grande del Centro don Bosco, trasformata per l’occasione in una vera e propria pasticceria, ha ospitato  Dolce Natale,  con una produzione di buonissimi biscotti natalizi, decorati con corallini, codette, zucchero, cioccolata e soprattutto amicizia e fantasia dai tanti bambini presenti che, dopo essersi lavati le manine ed indossato i grembiulini da chef, hanno sfornato stelle, orsetti, pupazzi di neve, comete, alberi di natale e tantissimi altri biscotti che, dopo essere stati cotti, sono stati gustati insieme alle immancabili mamme e nonne presenti, in un clima di gioia e amicizia.

Nella stessa giornata, anche gli amici Edi e Fedele, che ci sono stati vicini fin dal terremoto del 2012, hanno voluto precedere Babbo Natale con una graditissima sorpresa, accompagnata da tantissimi dolci doni per i bambini che frequentano il Centro don Bosco, e tante altre cosette molto utili per tutto l’Oratorio.

Sabato 19 e domenica 20 dicembre, gli amici dell’Anspi-Centro don Bosco, insieme a Scout e Gruppo Missionario, si sono dati appuntamento sul piazzale della nuova Chiesa allestendo un piccolo Mercatino di Natale che, in un mare di nebbia, ha portato una nota gioiosa e colorata per ricordare a tutti che Natale è anche una preziosa occasione di solidarietà ed attenzione verso gli Altri, siano essi vicini o lontani, noti o sconosciuti.

Infine, non può mancare un triste accenno alle occasioni mancate, come quella del Presepe Vivente, che non è stato possibile effettuare a causa della scarsa partecipazione a questa bella tradizione di San Felice, o quella del Campeggio Invernale dei Ragazzi, anch’esso annullato.

Peccato per queste occasioni mancate, ma rimane l’augurio è che il ricordo di questo e di tanti Natali continui a riempire sempre di gioia il cuore di ogni uomo.

Campagna di sensibilizzazione per l’8xmille alla Chiesa Cattolica